Quando e’ consigliabile il trapianto microchirurgico di nervo surale (nerve grafting) per mantenere l’attivita’ sessuale nel tumore prostatico

1. Quando è consigliabile
2. Quando è utile
3. Come viene effettuato
4. Quando non è fattibile

Il nervo surale, localizzato nella parte inferiore della gamba, è un cosiddetto “nervo sensitivo”, la cui asportazione non comporta alcuna alterazione della motilità del piede, né delle singole dita del piede stesso, ma solo una ridotta sensibilità del quinto dito del piede (dito mignolo), che non pregiudica il camminare, effettuare le scale, praticare sport o guidare l’automobile.
Gli Urologi Americani hanno dimostrato, sulla base di accurate ricerche scientifiche (1) (2), che il trapianto di nervo surale, asportato dalla gamba del paziente (contemporaneamente all’asportazione radicale di tutta la prostata affetta da uno o più focolai di tumore), ed innestato (nerve grafting) con tecnica neuro-microchirurgica, consente di riprendere l’attività sessuale in una discreta percentuale di casi. (3) (4) (il lettore può approfondire la tematica consultando le riviste citate ed indicate dal n° 1 al n° 4 a fondo pagina)

E’ tecnica ideata dalle Scuole Americane Urologiche nel 1992 ed utilizzata quasi esclusivamente nei centri Mondiali ed Europei di alta specializzazione nella chirurgia dei tumori prostatici, dal momento che richiede al chirurgo-operatore
un’ottima esperienza neuro-microchirurgica ed una tecnica quanto mai precisa.
E’ ovvio precisare che nei casi in cui l’urologo-operatore si trovi in condizioni chirurgiche che consentano di non danneggiare i nervi originari “nativi” del paziente, che passano bilateralmente e vicinissimo alla prostata, e quindi potesse salvare bilateralmente i nervi stessi (si parla in questo caso di nerve sparing bilaterale, poiché rimarrebbero al loro posto i nervi originari o fasci neurovascolari), il mantenimento dell’attività sessuale sarebbe ottimale e certamente superiore a quello ottenuto dal trapianto di nervo surale (nerve grafting).

Purtroppo però, quando il tumore prostatico infiltra e supera la “capsula” della prostata, cioè la parte più periferica della prostata stessa, o sussistono altri fattori di “rischio” (alto grado di Gleason alla biopsia, PSA superiore a 10-12 ng/ml, ecc.), l’effettuazione di una chirurgia di “salvataggio” dei nervi
originari-nativi (nerve sparing) non è sempre realizzabile e consigliabile: infatti in tali casi da un lato sussisterebbe il rischio di non garantire la radicalità ell’intervento chirurgico e dall’altro di non poter salvare perfettamente i nervi stessi, perché minimamente danneggiati dalle varie apparecchiature usate (elettrobisturi, scalpello ad ultrasuoni, pinze bipolari...).

In conclusione ancora oggi la tecnica del trapianto microchirurgico del nervo surale è da prendere in considerazione solo qualora non sia ragionevolmente ipotizzabile una chirurgia di “salvataggio” (nerve sparing) dei nervi preposti all’erezione e quando sussistano i seguenti principali elementi:

  • Paziente con valida attività sessuale presente prima della diagnosi di tumore prostatico e fortemente motivato a mantenerla.
  • Assenza di altri fattori di rischio di deficit erettile: diabete, ipertensione arteriosa, fumo, infarto miocardico pregresso, vasculopatie, dislipidemia, induratio penis plastica.

La percentuale di successo del trapianto microchirurgico di nervo surale, cioè la ricomparsa di erezioni spontanee sufficientemente valide per ottenere un rapporto sessuale, varia nelle più importanti casistiche mondiali dall’11 al 68 %, come da
lavori scientifici sotto indicati.
La tecnica del trapianto dei nervi surali (nerve grafting) conserva pertanto a tutt’oggi una sua validità in casi selezionati, sostenuta da vari Autori con pubblicazioni scientifiche sulle più quotate riviste internazionali come sotto elencato ed a cui si rinvia il lettore, che volesse approfondire l’argomento

1. Kim ED, Nath R, Kadmon D et al. Bilateral nerve graft during radical retropubic prostatectomy: extended follow-up. Urology 2001;58(6):
983-7
2. Canto EI, Nath RK, Slawin KM. Cavermap-assisted sural nerve interposition graft during radical prostatectomy. Urol Clin North Am 2001;28(4):839-48
3. Singh H, Karakiewicz P, Shariat SF, et al. Impact of unilateral interposition sural nerve grafting on recovery of urinary function after radical prostatectomy. Urology 2004;64(6):1122-7
4. Secin FP, Koppie TM, Scardino PT et al. Bilateral cavernous nerve interposition grafting during radical retropubic prostatectomy: Memorial Sloan-Kettering Cancer Center experience. J Urol 2007;177(2):664-8
5. Sim HG, Kliot M, Lange PH et al. Two-year outcome of unilateral sural nerve interposition graft after radical prostatectomy. Urology 2006;68(6):1290-4
6. Nelson BA, Chang SS, Cookson MS et al. Morbidity and efficacy of genitofemoral nerve grafts with radical retropubic prostatectomy. Urology 2006;65(4):789-92
7. Zorn KC, Bernstein AJ, Gofrit ON et al. Long-term functional and oncological outcomes of patients undergoing sural nerve interposition grafting during robotassisted laparoscopic radical prostatectomy. J Endourol 2008 Apr 17
[Epub ahead of print]
8. Namiki S, Saito S, Nakagawa H et al. Impact of unilateral sural nerve graft on recovery of potency and continence following radical prostatectomy: 3-year longitudinal study. J Urol 2007;178(1):212-6

E’ importante precisare che il trapianto di nervo surale va effettuato sempre e solo contemporaneamente alla prostatectomia radicale e non può essere realizzato in un secondo momento, sia a breve che a lunga distanza di tempo dall’intervento stesso. Oggigiorno comunque il trapianto di nervo surale è sempre meno utilizzato perché le tecniche di chirurgiche di prostatectomia radicale sono sempre più precise e raffinate (sia con robot, sia con chirurgia mediante microscopio/telescopio e strumentazione da “gioielliere”) per cui è realizzabile in molti casi una chirurgia di “salvataggio e risparmio” dei nervi originari preposti alla erezione (nerve sparing bilaterale).

Dove riceve

Il prof. Alberto Roggia effettua visite specialistiche private e consultazione andrologiche negli studi diVarese, Como, Gallarate,, tutti facilmente e rapidamente raggiungibili dal Canton Ticino e dalla Svizzera passando per Stabio-Gaggiolo e Chiasso.

Si fa presente inoltre che presso lo studio di Gallarate le visite sono effettuate il sabato mattina.
Per fissare un appuntamento si prega di telefonare ai seguenti recapiti:

Varese - via Carrobbio 8 – tel.0332.286755

Como - via Dante 13 - Ospedale Valduce - Urologia - tel. 031 324980
(ambulatorio libero-professionale)

Gallarate - Via Marsala 36 - Centro Medico Le Torri - tel. 0331 775090 (riceve il sabato)

indirizzo di posta elettronica: profroggia@libero.it; fax: 0331.775091;

Come arrivare rapidamente agli studi di Varese, Gallarate e Como :

Per chi proviene dalla Svizzera e dal Canton Ticino in particolare , e pure da Campione d'Italia si consigliano i seguenti percorsi:

da LUGANO , MENDRISIO, LOCARNO , BELLINZONA, ASCONA e città limitrofe : Melide, Sorengo, Paradiso, Castagnola , Massagno, Agno, Manno Barbengo, Gravesano, Morcote, Mezzovico, Losone, Minusio, Muralto, Giubiasco, Balerna, Cadenazzo , Brissago , ma anche da Campione d'Italia è consigliabile rivolgersi allo studio specialistico medico-andrologico di Varese (0332 286755) , che si raggiunge molto rapidamente e facilmente, dopo 10 minuti dal confine di Stabio-Gaggiolo.

Per chi proviene da Chiasso , Maslianico e città limitrofe si consiglia lo studio presso l'Ospedale Valduce di Como ( telefono 031 324980 ) dove riceve generalmente il giovedi mattina .

Se si desiderasse una visita specialistica il sabato mattina (tel 0331 775090) occorre prenotare presso lo studio di Gallarate . In tal caso per accedere a Gallarate è consigliabile , perchè le strade sono più scorrevoli , transitare sempre da Varese attraverso il confine di Stabio-Gaggiolo , e poi , tutto in autostrada, da Varese fino a Gallarate in circa 20 minuti.
Se si desiderasse, invece, transitare da Chiasso per raggiungere lo studio di Gallarate si consiglia effettuare tutto il tragitto in autostrada , imboccando la autostrada Como verso Milano e quindi prendendo la deviazione , sempre in autostrada , verso Gallarate-Malpensa . In alternativa, ma generalmente il traffico è maggiore, si può utilizzare la statale normale da Como fino a Varese , e successivamente in autostrada da Varese a Gallarate.

Utilizziamo cookie di servizi di terze parti per attività di marketing e per offrirti un'esperienza migliore. Leggi come utilizziamo i cookie e come puoi controllarli facendo clic su "Approfondisci".


Approfondisci
Trapianto micro-chirurgico di nervo surale nel tumore prostatico per mantenere l’attivita’ sessuale - Professore Alberto Roggia
ANDROLOGIA
Disfunzioni Erettili - Disfunzioni Sessuali
Trapianto micro-chirurgico di nervo surale nel tumore prostatico per mantenere l’attivita’ sessuale

Il tumore prostatico guarisce perfettamente in un’altissima percentuale di casi quando è possibile una chirurgia radicale completa: asportazione della prostata e delle vescicole seminali, associata talora dalla asportazione di linfonodi vicini alla prostata.
Ciò purtroppo si associa ad un’alta percentuale di deficit di erezione o impotenza vera e propria perché asportando la prostata ed i tessuti vicini ad essa, non sempre si riesce a salvare i nervi dell’erezione che passano adiacenti alla prostata stessa.
Quando il tumore è certamente dentro la capsula prostatica, lo specialista urologo fa di tutto per risparmiare tali nervi, e ciò è possibile soprattutto quando si opera con tecnica che prevede l’utilizzo di telescopi/microscopi di ingrandimento per poter utilizzare strumenti di altissima precisione, definiti da “gioielliere” (vedi sito www.prostata.profroggia.it con vari articoli e disegni sul nervo e visiona filmati Rai in questo sito) .
Se però il tumore è sulla superficie esterna della capsula prostatica e quindi non è contenuto entro la prostata stessa, è ovvio che per asportare tutto il tumore si debba asportare anche il nervo dell’erezione: se rimanesse un solo nervo da un lato, l’erezione del pene può essere molto scarsa o totalmente insufficiente per un’idonea attività sessuale.

Nel 1997 negli USA, nei principali centri urologici universitari del nord America, hanno messo a punto il trapianto microchirurgico di un nervo e precisamente del nervo surale, che viene prelevato dalla gamba del paziente e innestato con tecnica micro-chirurgica, sempre durante lo stesso intervento di asportazione radicale della prostata malata, al fine di ripristinare, con una specie di “by-pass” nervoso il tratto interrotto.

L’asportazione di tale nervo comporta solo una minima riduzione della sensibilità del mignolo del piede, mentre il paziente potrà correre, camminare, fare le scale, effettuare sport senza alcun danno.
In tal modo, con questo trapianto micro-chirurgico che, va realizzato contemporaneamente alla chirurgia prostatica, l’impotenza è nettamente ridotta, potendo il paziente riprendere l’attività sessuale dopo la rieducazione precoce dei corpi cavernosi del pene.
La televisione italiana RAI Due, ha più volte intervistato il Prof. Alberto Roggia trasmettendo, nella rubrica di “Medicina 33”, alcuni interventi di trapianto di nervo registrati ed effettuati dal Prof. Alberto Roggia.

Pertanto in conclusione, qualora non si abbia la certezza di
risparmiare i nervi dell’erezione, oggidì abbiamo a disposizione per il paziente questa nuova tecnica di trapianto microchirurgico di nervo surale della gamba, coke è ben illustrato nelle foto e disegni qui allegati, si consiglia pure di leggere l’articolo dal titolo: Quando e' consigliabile il trapianto microchirurgico di nervo surale (nerve grafting) per mantenere l'attivita' sessuale nel tumore prostatico.

 

Dove riceve:

Il prof. Alberto Roggia effettua visite specialistiche private e consultazione andrologiche negli studi diVarese, Como, Gallarate, tutti facilmente e rapidamente raggiungibili dal Canton Ticino e dalla Svizzera passando per Stabio-Gaggiolo e Chiasso.

Si fa presente inoltre che presso lo studio di Gallarate le visite sono effettuate il sabato mattina.
Per fissare un appuntamento si prega di telefonare ai seguenti recapiti:

Varese - via Carrobbio 8 – tel.0332.286755

Como - via Dante 13 - Ospedale Valduce - Urologia - tel. 031 324980
(ambulatorio libero-professionale)

Gallarate - Via Marsala 36 - Centro Medico Le Torri - tel. 0331 775090 (riceve il sabato)

indirizzo di posta elettronica: profroggia@libero.it; fax: 0331.775091;