Le cause della Infertilità e Sterilità maschile.

Sono in gioco cause genetiche , endocrine ma soprattutto uro-genitali e testicolari. Varicocele , criptorchidismo, torsione del testicolo , infezioni uro-genitali , infezioni croniche alla prostata e vescicole seminali, infezioni sessuali da chlamydia e ureplasma uralyticum , uretriti , e molte altre cause.

E' noto come la difficoltà di ottenere una gravidanza interessa circa il 20 % e più delle coppie e si valuta che la quota di responsabilità maschile sia del 30-40 % , ma oggi sembrerebbe che la incidenza della componente maschile sia addirittura sottostimata. Analoghe considerazioni possono essere fatte in ambito dell' incidenza della componente femminile, a cui occorre aggiungere un 20-25 % dei casi in cui vi è una patologia contemporanea in entrambi i due partner, mentre in un 10-20 % la infertilità rimane ancora inspiegata nella sua etiopatogenesi. E' altrettanto noto come fattori socio-culturali ed ambientali giochino un ruolo non indifferente accanto alla cause patologiche strettamente urologiche-andrologiche . Basti pensare all'approccio tardivo alla procreazione da parte della coppia per le difficoltà di inserimento nel campo del lavoro, o l'uso massiccio talora incontrollato di estrogeni nell'allevamento degli animali o anche l'uso dei pesticidi ,ecc...

In estrema sintesi si può segnalare che la maggior parte dei casi la Infertilità /Sterilità è dovuta ad un deficit nella produzione di spermatozoi,ed in tal caso si parla di alterazioni secretorie “, mentre più rare sono le patologie che comportano una ostruzione nel passaggio degli spermatozoi dal testicolo all'epididimo , al deferente , alle vescicole seminali , ed in tali casi si parla di “ alterazioni escretorie”.

Le cause genetiche maschili sono discretamente rare e sono rappresentate generalmente da alterazioni cromosomiche ,come nella sindrome di Klinefelter che comporta una totale assenza di spermatozoi. Invece le cause endocrine , che compaiono nel 10 % dei casi di infertilità, sono generalmente ascrivibili ad un deficit di produzione di ormoni ,da parte di ipotalamo ed ipofisi, che causano una sensibili riduzione della produzione di spermatozoi come ad esempio nell'ipogonadismo ipogonadotropo per deficit di FSH/LH per cui in tali casi il paziente in età pediatrica presenta una pubertà “ritardata” rispetto alla sua età con scarso o assente sviluppo dei caratteri sessuali secondari , pene poco sviluppato, talora obesità : determinate in tali casi sarà l'intervento precoce dello specialista endocrinologo-pediatra.
In percentuali certamente superiori vanno considerate la cause strettamente “testicolari” e soprattutto il criptorchidismo cioè la assenza del testicolo nella borsa scrotale per mancata discesa del testicolo, durante i mesi della gestazione, nella sua normale sede scrotale già al momento della nascita : è evidente che se tale situazione è a carico di entrambi i testicoli, ciò sia fattore che agisce ancora più negativamente sullo spermiogramma che andrà valutato a 18 anni.

Ma pure le infiammazione ed infezioni come la nota, e non rara, orchite causata dal virus della parotite nei bambini, così come la torsione del testicolo che se non corretta chirurgicamente entro poche ore dalla sua esordio comporta gravi ed irreparabili danni futuri alla spermatogenesi.
Le cause uro-genitali rappresentano una elevata quota nella incidenza della infertilità maschile: in tal ambito il varicocele è certamente una delle cause principali e va segnalato come questa patologia sia presente nel 35-45 % di tutti i pazienti infertili ed è ben noto come il varicocele sia associato ad un ridotta funzionalità testicolare ed una ridotta fertilità e come invece una sua precoce correzione chirurgica migliori i parametri dello spermiogramma. Oltre a ciò vanno considerate tute le infiammazioni-infezioni croniche della prostata e vescicole seminali, oppure a carico dell'epididimo e didimo, la frequenti infezioni sessuali da chlamydia e ureplasma uralyticum responsabili di insorgenza di uretriti e prostato-vesciculiti troppo spesso trascurate dai pazienti .

E inoltre si consiglia specificatamente la lettura del seguente articolo :

Per approfondire questo ampio argomento si consiglia la lettura, navigando in questo stesso sito, di molti articoli sui temi specifici di Vostro interesse.

Dove riceve

Il prof. Alberto Roggia effettua visite specialistiche private e consultazione andrologiche negli studi diVarese, Como, Gallarate,, tutti facilmente e rapidamente raggiungibili dal Canton Ticino e dalla Svizzera passando per Stabio-Gaggiolo e Chiasso.

Si fa presente inoltre che presso lo studio di Gallarate le visite sono effettuate il sabato mattina.
Per fissare un appuntamento si prega di telefonare ai seguenti recapiti:

Varese - via Carrobbio 8 – tel.0332.286755

Como - via Dante 13 - Ospedale Valduce - Urologia - tel. 031 324980
(ambulatorio libero-professionale)

Gallarate - Via Marsala 36 - Centro Medico Le Torri - tel. 0331 775090 (riceve il sabato)

indirizzo di posta elettronica: profroggia@libero.it; fax: 0331.775091;

Come arrivare rapidamente agli studi di Varese, Gallarate e Como :

Per chi proviene dalla Svizzera e dal Canton Ticino in particolare , e pure da Campione d'Italia si consigliano i seguenti percorsi:

da LUGANO , MENDRISIO, LOCARNO , BELLINZONA, ASCONA e città limitrofe : Melide, Sorengo, Paradiso, Castagnola , Massagno, Agno, Manno Barbengo, Gravesano, Morcote, Mezzovico, Losone, Minusio, Muralto, Giubiasco, Balerna, Cadenazzo , Brissago , ma anche da Campione d'Italia è consigliabile rivolgersi allo studio specialistico medico-andrologico di Varese (0332 286755) , che si raggiunge molto rapidamente e facilmente, dopo 10 minuti dal confine di Stabio-Gaggiolo.

Per chi proviene da Chiasso , Maslianico e città limitrofe si consiglia lo studio presso l'Ospedale Valduce di Como ( telefono 031 324980 ) dove riceve generalmente il giovedi mattina .

Se si desiderasse una visita specialistica il sabato mattina (tel 0331 775090) occorre prenotare presso lo studio di Gallarate . In tal caso per accedere a Gallarate è consigliabile , perchè le strade sono più scorrevoli , transitare sempre da Varese attraverso il confine di Stabio-Gaggiolo , e poi , tutto in autostrada, da Varese fino a Gallarate in circa 20 minuti.
Se si desiderasse, invece, transitare da Chiasso per raggiungere lo studio di Gallarate si consiglia effettuare tutto il tragitto in autostrada , imboccando la autostrada Como verso Milano e quindi prendendo la deviazione , sempre in autostrada , verso Gallarate-Malpensa . In alternativa, ma generalmente il traffico è maggiore, si può utilizzare la statale normale da Como fino a Varese , e successivamente in autostrada da Varese a Gallarate.

Utilizziamo cookie di servizi di terze parti per attività di marketing e per offrirti un'esperienza migliore. Leggi come utilizziamo i cookie e come puoi controllarli facendo clic su "Approfondisci".


Approfondisci